Sgraffito è una tecnica architettonica ornamentale utilizzata per la decorazione nell’intonaco e rivestimento di pareti, sia all’esterno che all’interno di edifici. 1 Il termine, di origine italiana ( sgraffiare ), 2 si applica sia all’azione artigianale che al prodotto risultante. 3 Per quanto riguarda la muratura , può essere considerata una varietà o tipo di incisione eseguita su una superficie brasata, da due strati o colori sovrapposti che consentono di rivelare forme o disegni durante la rimozione o la grattatura dello strato esterno. 4I modelli con motivi geometrici seriali sono solitamente usati nella facciata e nella decorazione di interni di alcuni interni. Nella penisola iberica , questo commercio, in qualche modo erede dell’arte decorativa parietale , ha avuto origine nell’opera artigianale dei costruttori mudéjar , che hanno lasciato diversi esempi in Andalusia , Aragona , Castiglia , Catalogna , Levante e Portogallo .

Il graffito, oltre alla sua applicazione architettonica, è stato documentato in resti archeologici di diverse epoche nella sua applicazione su oggetti ceramici e, nel Medioevo , su manoscritti in illustrazioni dorate . 5

Origine e tecnica

Il termine deriva dallo sgraffiare italiano , ‘incisioni o graffi con uno strumento speciale chiamato grafio ‘. Nota 1 Il graffito architettonica è una tecnica molto antica già utilizzato le civiltà del IV millennio. C. . Anche i romaniusavano questa decorazione con semplici disegni. La sua diffusione in Italia durante il Rinascimento si rifletteva in facciate, volte, pareti interne e altri spazi nobili di palazzi, chiese e monasteri, e coniando il termine sgrafitto .

In Spagna il mestiere dell’artigiano dei graffiti è documentato dalla metà del XVII secolo in Catalogna , all’interno delle confraternite che riunivano “esgrafiadores, estofadores y doradores”. In Castiglia, questi maestri muratori appartenevano al circolo dei revocadores o degli estucadores. In alcune province della Meseta spagnola come Segovia , 7 Toledo o Guadalajara che hanno lasciato molti esempi, alcuni dei quali ben conservati o restaurati.

Esempio del processo tecnico

La chiesa della Madonna degli Angeli di Vallanca a Valencia (Spagna) offre un esempio particolare di graffiti con il seguente processo di preparazione: 8

Una “pastella” -Nero- scuro sulla parete esteso usando gli stessi materiali della tecnica di fresco , ma mescolando il pigmento con malta; quando asciutto, dopo troweling e ruvido, di afferrare intonaci, coperto il primo “spalmato” con un altro strato sottile dello stesso colore, e prima di asciugare il tutto, si sviluppa sul secondo altro strato di colore più chiaro -questo una volta bianco, variando lo spessore in base allo scarico desiderato. In seguito, con il lavoro ben asciutta, si è proceduto a stencil, stampando i disegni sulla superficie, usando modelli o tracciati su cui è stato passato un pennello; poiché i disegni sono perforati nella linea che li definisce, quando si passa il “cisquero o perno di manovella” per il modello, le forme o le figure sono punteggiate sul muro. Con questi riferimenti abbiamo proceduto a graffiare o incidere, staccando lo strato superiore o “contro-arrampicata”, esponendo gli strati inferiori -trepa- più buio.

Scuole spagnole

Il modello Nasrid

Sgraffito monumentale di simmetrie nel Patio de los Leones dell’Alhambra di Granada (Spagna).

Una delle vette dell’uso di motivi geometrici seriali si può vedere nell’Alhambra di Granada, i cui fregi o mosaici periodici creano un ponte tra l’architettura e la matematica, e più specificamente con la simmetria . 9 È interessante notare che i ben noti diciassette ” gruppi planari di simmetria ” sono stati collocati nella serie arabeggiante di questo sontuoso insieme, un singolare esempio di questo incontro di scienze e mestieri. Nota 2 mese di ottobre

La scuola catalana

Simbiosi di graffiti e stucchi vegetali nel dettaglio dell’edificio Casa Anguera, a Reus .

In Catalogna, lo sgraffito è associato allo splendore della borghesia catalana, come un’altra risorsa per decorare e nobilitare case e “per mostrare il livello sociale dei suoi abitanti”. 11

Barcellona

Nella capitale di Barcellona, dove il graffito è una fonte di decorazione architettonica e di una ben sviluppata personale, nota 3 tecnica ha prevalso nella fine del XVIII secolo, a partire dalla sua origine nelle costruzioni del barocco in ciutat vella , quando la modernizzazione della città ha riguardato la riabilitazione delle facciate nel centro storico. 12Esempi e modelli di Barcellona graffiti sono tanto numerosi quanto sono variati. Data la sua introduzione tardiva, nonostante il precedente barocca si osservano tendenze decorative, ” il risultato dell’evoluzione di stili e miscele li rendono artisti locali. Gli esempi più semplici e più comuni sono le decorazioni geometriche che miscelazione fregi orizzontali e verticale decorare tutta la facciata. di progressiva quegli spazi tra le aperture decorare con modalità soffitti più ornato. catene geometriche elementari esempi ricorrono a all’iconografia francese di stili Luigi XIV, Luigi XV e Luigi XVI (tendaggi , medaglioni, ghirlande, ecc), incorniciato in uno sfondo unico impianto che a volte completato con la figura umana”.13

Disegni del noucentisme

Tra il graffito più personale, molti associati e il fenomeno del modernismo catalano (e all’interno del ‘movimento novecentista generale’) e, in particolare, gli insegnanti e Jeroni Granell i Mundet o Josep Maria Jujol possono menzionare i vari motivi che adornano edifici come la casa Llopis Bofill , casa Gallissa , casa camera Magí Llobet , casa Sansalvador , casa Bruguera , la casa Amatller , l’edificio ‘carrer de la Boqueria “o numeri 30-32, in via Laietana , la costruzione di 1763, sede centraleGilda dei Tessitori di Vela e la Scuola della Grande Arte della Seta , nelle cui esegrafiados compaiono atlanti , cariatidi e alla patrona delle barche a vela .

Vedi anche

  • stenciled
  • ubriaco
  • Malta di calce

Note

  1. Torna a top↑ I termini italiani graffiti , graffiti e sgraffiare , derivato dalla parola italiana graffiare , derivato dal γράφειν greca ( graphein ) ‘write’.
  2. Torna all’inizio↑ Escher ha studiato i mosaici dell’Alhambra, in cui compaiono i 17 possibili gruppi di simmetria piana.
  3. Back to top↑ Lo sgraffito era una tecnica decorativa ampiamente diffusa in città come Firenze, Genova e Praga tra il XVI e il XVIII secolo.

Riferimenti

  1. Torna all’inizio↑ Fatás Cabeza, Guillermo; Borrás, Gonzalo (1993). Dizionario dei Termini dell’Arte . Madrid: Anaya. p. 133. ISBN  84-7838-388-3 .
  2. Torna in cima↑ Lajo Pérez, Rosina (1990). Lessico dell’arte . Madrid – Spagna: Akal. p. 73. ISBN  978-84-460-0924-5 .
  3. Torna al top↑ Francisco González Yunta, “La tecnica tradizionale di graffiti con malta di calce Accessed dicembre 2014
  4. Torna al top↑ Dizionario Enciclopedico Espasa-Calpe abbreviata, Volume III, Madrid, 1957; p. 811.
  5. Torna in cima↑ Panofsky, Erwin (1998). I primitivi flamencos . Edizioni per la sedia. pp. 29-56. ISBN  9788437616179 . Estratto il 2 dicembre 2014 .
  6. Torna in cima↑
    • Il dizionario della Royal Academy spagnola ha una definizione per il grafico .
  7. Torna all’inizio↑ “Esgrafiados segovianos”, articolo su segovialdia.es consultato nel dicembre 2014
  8. Torna in cima↑ Eslava Blasco , R. (2006). Vallanca e il suo patrimonio religioso storico-artistico . Valencia. ISBN  84-611-0024-7 .
  9. Torna all’inizio↑ M. Ángeles Sindaco di Gilsanz, “Simmetrie nell’arrangiamento architettonico” (introduzione, pagina 3) Accessibile a dicembre 2014
  10. Torna su↑ Simmetria nell’Alhambra “(argomento all’Università di Granada) Consultato nel dicembre 2014
  11. Torna su↑ [1] Accesso a gennaio 2015
  12. Torna su↑ Introduzione all’esegrafiado di Barcellona: la riabilitazione delle facciate nella Ciudad Condal (studio del COAC). Accesso a gennaio 2015
  13. Torna a inizio pagina ↑ Tour di Barcellona dell’esgrafiado: blog di immagini. Consultazione gennaio 2015