La ceramica smaltata si ottiene quando la piastrella (tutti basati ceramica è) vetrificata , cioè, copre una glassa prodotta da una vernice base di piombo o altre sostanze, detto anche fritta o marzacotto .

Sebbene alcune fonti attribuiscono la loro invenzione alla Cina del III secolo a. C. , e il suo arrivo in Occidente per Roma antica , non testimonianze precedenti nel Vicino Oriente antico , come faience egiziana ( cultura Naqada 3500-3200 aC.), O ceramica Babylon ( Porta di Ishtar , il secolo VI a ). L’uso di ceramiche smaltate per abbellire le pareti è stato utilizzato nell’arte islamica fin dal Medioevo , dando origine alle piastrelle .

Processo

L’oggetto in terracotta è coperto con polvere di ossido di piombo e messo in forno a una temperatura di 750 gradi centigradi. Poiché l’ argilla terracotta contiene silice , quando viene a contatto con l’ossido di piombo, si scioglie e su tutta la superficie si forma un film vetroso trasparente. Se inoltre questa fusione è amalgamata con altri ossidi , il risultato può essere di colori:

  • rosso con ossido di ferro
  • Verde , con ossido di cromo
  • Blu , con ossido di cobalto
  • marrone o nero , con ossido di manganese
  • turchese con solfato di rame

Nel Medioevo usavano anche un altro sistema: mescolavano un tipo di argilla a base silicica con lo spreco del vino ; poi hanno macinato finemente la miscela e aggiunto ossido di piombo. L’impasto risultante è stato usato per coprire la terracotta e finirlo.

Caratteristiche

Poiché la vernice di piombo ha un coefficiente di espansione superiore alla terracotta stessa, possono comparire piccole fessure attraverso le quali i liquidi del contenitore possono passare. In base a ciò, può accadere che il cibo introdotto nei vasi smaltati si arricchisca formando sali di piombo molto velenosi. Nel diciannovesimo secolo si scoprì che la glassa poteva essere fatta senza piombo e senza il conseguente pericolo. Era la glassa feldspatica , che veniva usata nella fabbricazione dei piatti .

Bibliografia

  • FUGA, Antonella. Tecniche e materiali artistici. Editoriale Electa, Barcellona 2004. ISBN 84-8156-377-3
  • FATÁS, Guillermo e BORRÁS, Gonzalo M. Dizionario dei termini dell’arte e dell’archeologia. Editoriale Guara. Saragozza, 1980. ISBN 84-85303-29-6