La ceramica minoica è uno degli strumenti più utili della datazione della muta civilta minoica . La seza senza sosza di ancora artistici, si è maturata rapidamente, rivelata qualcosa riguardo ai desideri dei patroni minoici in origine, mentre noti gli archeologi ad assegnare data relativa agli strati dei pari siti. Vasi che contenevano olii e unguenti, esportati dalla Creta del XVIII secolo aC , sono stati trovati in siti delle isole egee e nella Grecia continentale, a Cipro , lungo costa della Siria e in Egitto, mostrando così i vasti contatti dei minoici. La ceramica estremamente raffinata di Palazzo chiamata (ceramiche) di Kamares, e lo “stile marino”, caratterizzante tutto il Tardo Minoico, costituisce il culmine della tradizione della ceramica minoica.

Cronologia tradizionale

Origine La cronologia tradizionale per datare la Civiltà minoica venne descritta da Sir Arthur Evans nei primi anni del XX secolo. La sua terminologia e quella proposizione di N. Platon è solitamente infastidita in uso ed attenzione anche in questa voce. Evans classifica l’arte ceramica in base alle sue forme e ai suoi ancora di decorazione. Platone sì è concentrato sulla vicenda storica del Palazzo di Cnosso . Al momento attuale, un nuovo metodo, analisi del tessuto , include le analisi geologiche della grana e dei principali frammenti non decorati, considerate como rocce. Le risultanti classificazioni sono sulla composizione di tali frammenti.

I vasi della cultura Butmira , Che rappresentano uno Sviluppo Ulteriore della Cultura della Ceramica cardiale possono Essere considerati i PROTOTIPI dello stile di Kamares della Ceramica minoica, il sebbene Collegamento Tra Butmiri (e la cultura cardiale in generale) con i minoici SIA Ancora Oggetto di Dibattito .

Voci correlati

  • Museo Archeologico di Iraklio
  • Stile di Kamares

Fonti

  • EN ) Betancourt, Philip P. 1985. La storia della ceramica minoica Princeton University Press. Un manuale.
  • EN ) Preziosi, Donald e Louise A. Hitchcock 1999 Arte e architettura egea ISBN 0-19-284208-0
  • EN ) Platone, Nicolas, Creta (detto dal greco), serie Archaeologia Mundi, Frederick Muller Limited, Londra, 1966
  • EN ) Richard W. Hutchinson, Prehistoric Crete , Molte Edizioni Rilegate e in Brossura
  • EN ) Friedrich Matz , L’arte di Creta e l’antica Grecia , Corona, 1962
  • EN ) Mackenzie, Donald A., Creta e pre-ellenici , Senato, 1995, ISBN 1-85958-090-4
  • EN ) Palmer, LA, Micenei e minoici , edizioni multiple
  • EN ) Willetts, La civiltà dell’antica Creta , Barnes & Noble, 1976, ISBN 1-56619-749-X

Ulteriori letture

  • EN ) Betancourt, Philip P. La storia della ceramica minoica è un’opera standard.
  • MacGillivray, JA 1998. Cnosso: gruppi ceramici dal periodo palazzo vecchio BSA Studies 5. ( British School ad Atene ) ISBN 0-904887-32-4 Bryn Mawr Classical Review 2002
  • EN ) Walberg, Gisela. 1986. Tradizione e innovazione. Saggio sull’arte minoica (Mainz am Rhein: Verlag Philipp Von Zabern)
  • EN ) {{}} Archiviato il 4 marzo 2005 in Internet Archive. Bibliografia (vedi Ceramica)
  • EN ) Edey, Maitland A., Il mondo perduto dell’Egeo , Time-Life Books, 1975