Anforisco è una nave greca di piccole dimensioni e corpo ellittico . 1 Sebbene diversi musei offrano una tipologia varia e contraddittoria, nei manuali di archeologia e ceramica è descritta con bocca larga ed exvasada, due grandi manici rivolti verso il basso dalla bocca alle spalle del pezzo, e una piccola base piatta. 2

Ha anche studiato un più piccolo anche molto comune delle rimanenze scavi modello ( “anforisco cucurbitula” 10-14 cm. Alta) e. I risultati più ampiamente accettata hanno portato la suggestione che questo modello ‘cucurbitula’ (dal latino per “Cucurbita” ο “cucurbitula” di cui zucchine ) non era una nave, ma una ventosa il cui uso presunto sarebbe il cavatappi apriscatole o bottiglia per guarnizioni o resina tappi o pesce che ha chiuso anfora. Un altro uso probabile anforisco è stato documentato archeologicamente è stato “fissato per l’ elemento di arresto”, simile a quella osservata con ananas incorporati nei coperchi di alcuni anfore Albenga . 3

Riferimenti

  1. Torna al top↑ . «Anforisco» . Foglio di parte nel MAN . Estratto il 1 aprile 2016 .
  2. Torna in cima↑ Caro Bellido , Antonio (2008). Dizionario di termini e ceramiche in ceramica . Cádiz: Agrija Ediciones. p. 33. ISBN  84-96191-07-9 .
  3. Torna all’inizio↑ Rodríguez-Almeida , Emilio. «Sull’uso dell’ancorisco Cucurbitula» . Mélanges de l’Ecole française de Rome. Antiquité, anno 1974, volume 86, numero 2, pp. 813-818 . Estratto il 1 aprile 2016 .