La gazzetta refrattaria 1 (detta anche saggar , parola inglese che deriva da “salvaguardia”, 2 ) è un contenitore di argilla refrattario utilizzato per la protezione dei pezzi durante la cottura e la cottura di gres , argilla , ceramica e porcellana , in forni a legna o carbone

Il suo uso

La gazzetta, qualunque sia la sua forma, ha la funzione di preservare il candore dei pezzi di porcellana o ceramica, proteggendo la fiamma diretta, nonché i gas, i fumi oi residui di cenere con l’isolamento dell’atmosfera del forno. 3

Questo processo è stato utilizzato in forni a legna e carbone di ogni tipo, fino all’introduzione di tecniche più moderne con forni a muffola , in cui la fiamma passa attraverso condotti interni separati da pareti di mattoni dei pezzi da cuocere . Secondo i tempi e i luoghi le gazzette erano di forma rotonda o rettangolare, per un singolo oggetto o una serie completa di pezzi che potevano essere impilati all’interno del forno per un migliore uso dello spazio. Nelle regioni dell’Asia, i pezzi che erano più protetti individualmente erano soprattutto in porcellana. 4

Nella forni porcellana europea XIX secolo, i pezzi sono stati depositati su pezzi refrattari di forma cilindrica impilati l’uno sull’altro e tra loro le opere di porcellane futuri sono stati messi 5 dove hanno ottenuto la prima cottura a 900 °. I cilindri e le gazzette fatte in terra refrattaria, proteggevano dalle fiamme i pezzi che erano sottoposti a una temperatura di 1380º in una seconda cottura. 6

In una fornace come quella di Casseaux de Limoges , le cariche del forno erano considerevoli: cinque tonnellate di porcellana e 35 tonnellate di gazzette refrattarie, il tempo di cottura era di circa 40 ore e il carico di carburante era di 15 tonnellate di carbone; durante la cottura potrebbero sorgere molte difficoltà, tra cui il crollo delle file delle gazzette. Un’assenza di mezzi meccanici di controllo obbligava i vasai a far sorvegliare il forno fino alla fine della cottura. 7

Le gazzette di porcellana dovrebbero essere fatte di argilla molto pura. Altrimenti materiali ferruginosi o altre sostanze minerali contenute nelle gazzette di qualità inferiore sono stati vaporizzati dal calore e potrebbero macchiarsi o porcellana indesiderata, 8 rendendo questi pezzi inutilizzabili per la vendita.

Riciclato come materiale da costruzione

Le gazzette furono riciclate nei secoli XIX e XX nelle città della ceramica come materiale da costruzione. Sono stati utilizzati nella costruzione di edifici, cucine, edifici annessi e persino su strade pubbliche. Le città di Limoges e Vierzon sono dove è più possibile trovare le gazzette usate sia negli edifici privati ​​che sui marciapiedi pubblici.

Riferimenti

  1. Torna su↑ Dizionari della lingua spagnola (RAE) (ed.). «Gaceta2» . Estratto il 26 novembre 2012 .
  2. Torna su↑ Il Concise Oxford Dictionary of Enflish Etymology (ed.). «Saggar» (in inglese) . Estratto il 26 novembre 2012 .
  3. Torna all’inizio↑ Parker (1983) p. 592
  4. Torna all’inizio↑ «Coalport China Museum» (in inglese) . Estratto il 26 novembre 2012 .
  5. Torna all’inizio↑ Parker (1983) p. 592
  6. Torna all’inizio↑ il sito della città di Vierzon, ed. (2009). “Denbac, principe de fabrication, les moules” (in francese) . Estratto il 26 novembre 2012 .
  7. Torna all’inizio↑ le site du four à porcelaine des Casseaux, ed. (2009). «Le quattro, le gazzette» (in francese) . Archiviato dall’originale il 5 novembre 2012 . Estratto il 26 novembre 2012 .
  8. Torna in cima↑ Dizionario razionale universitario delle arti e mestieri (in francese) III . Lione: amichevole Leroy. 1801 . Estratto il 26 novembre 2012 .